Il percorso con me

Uno dei motivi che impedisce alle persone che cercano aiuto di contattare uno psicologo, è quello di non sapere cosa aspettarsi da questo tipo di percorso: 

quanto durerà? quanto costerà? cosa succederà? Dovrò raccontare tutta la mia storia dall’infanzia? Verrà fuori che è colpa di mia madre?

 A parte qualche battuta, sono tutte domande legittime e per aiutarti a capire meglio ti racconto come funziona un percorso psicologico con me, rispondendo ai dubbi più frequenti.

Due brevi premesse

Mentre leggerai questa pagina ricorda che ogni psicologo ha un suo modo di lavorare che dipende dalla sua formazione, ma anche dalle sue caratteristiche personali.  Per questo motivo qui trovi il racconto di un percorso psicologico con me, non con qualsiasi professionista.

Ricorda anche che l’esperienza vivrai tu è unica.  Il percorso lo creeremo insieme grazie all’incontro dei tuoi bisogni con le mie proposte individuando le soluzioni più adatte a te e cucendo ogni passaggio su misura.

Il percorso

Ho suddiviso il percorso in tappe, perchè quello che sperimenteremo è molto simile a un viaggio. Ovviamente si tratta di una semplificazione, eccetto alcune fasi come l’inizio e la chiusura, il percorso è fluido e si può tornare ad una tappa più volte o rivederla in momenti diversi.

Mi contatti

Questa prima fase ti riguarda direttamente, è quella in cui ad agire sei principalmente tu ed è il primo importante passo per cambiare la situazione. Supernado dubbi e difficoltà legati al chiedere hai già messo in movimento ciò che serve per stare meglio. 

Io ricevo la tua email o il tuo messaggio e ti rispondo il prima possibile (dal lunedì al venerdì entro 48 ore, non rispondo nel weekend).

Fissiamo il primo appuntamento online e ti invio una serie di documenti da firmare contenenti le mie modalità di lavoro e le informazioni che riguardano il trattamento dei dati e la tutela della privacy.

Facciamo conoscenza

I primi incontri sono dedicati alla reciproca conoscenza, alla descrizione della situazione che ti porta a contattarmi, alla raccolta di informazioni utili per aiutarti, e alla decisione di intraprendere o meno un percorso insieme.

Questi primi incontri potrebbero anche essere sufficienti a risolvere il problema che ti ha portato a richiedere il mio aiuto (se così fosse, passiamo alla fase di chiusura).

Qualora valutassimo che non sono la professionista adatta alla tua situazione, possiamo riflettere insieme su quali colleghi o altri professionisti puoi contattare per trovare la soluzione più utile per te.

Se invece decidiamo di iniziare il percorso possiamo passare alla prossima tappa.

I tuoi obiettivi

Hai mai provato a chiedere a Google Maps di portarti da qualche parte senza inserire la destinazione? Il risultato non è troppo soddisfacente.

Anche io, come  Maps, per aiutarti ho bisogno di una destinazione.

A differenza dell’app di Google, però, non resto lì in attesa che tu mi fornisca una meta, ma ti guido nel trovare quella più importante per te e a definire le varie tappe per raggiungerla.

Sono brava anche a ricalcolare il percorso qualora prendessimo una strada che non ci porta a destinazione o decidessimo di cambiare meta durante il tragitto. 

Questa fase, l’individuazione degli obiettivi, inizia già durante i primi incontri e può prendere più o meno tempo in base alla situazione in cui ti trovi e a quanta nebbia c’è sulla strada.

Costruiamo soluzioni

Quando sappiamo dove vogliamo andare possiamo iniziare a costruire il mezzo o le vie per raggiungere la meta. 

Per aiutarti in questa fase, come anche in quelle precedenti, utilizzo quello che in “psicologhese” viene chiamato un approccio integrato

Sfrutto, cioè, modalità di lavoro provenienti da diversi modelli (in particolare uso il modello Narrativo e quello Centrato sulla Soluzione), unendoli a strumenti creativi (scrittura, disegno, collage, musica…) per costruire un percorso veramente su misura. 

A cosa servono gli strumenti creativi? Ti aiutano a comunicare quando non trovi le parole, stimolano nuove soluzioni e ci permettono di lavorare più velocemente.

La conclusione

Siamo arrivati alla fine di questo racconto ed anche di un percorso insieme. 

La conclusione è un momento molto emozionante, ci fermiamo ad osservare la strada fatta, gli ostacoli superati e quelli aggirati, le soluzioni trovate e la meta raggiunta.

Da compagni di viaggio ci salutiamo e mentre ti incammini, io resto a tua disposizione se dovessi avere ancora qualche pezzo di strada da fare con me.

“Sebbene siano in vigore molte espressioni per definire il rapporto terapeutico, io preferisco pensare ai miei pazienti e a me stesso come a compagni di viaggio”

Irvin Yalom

Durata, frequenza e costi del percorso

Non è possibile stabilire a priori la durata di un percorso psicologico, dipende dall’obiettivo e dalla velocità con cui ci muoviamo verso il suo raggiungimento. 

Posso dirti, però, che si tratta di percorsi tendenzialmente brevi, in cui periodicamente verifichiamo se stiamo ottenendo i risultati sperati nei tempi condivisi.

La frequenza degli incontri è flessibile. Generalmente propongo di iniziare con una seduta a settimana, riducendo le sedute verso la conclusione, ma è possibile concordare frequenze differenti in base alla necessità.

Il costo è di € 65 a seduta e ogni incontro dura 50 minuti.

Ciao!

sono Alessia, faccio la psicologa e lavoro online.

Ti aiuto a realizzare il tuo potenziale e a risolvere i problemi che ti impediscono di goderti la vita.

Lo faccio perché credo nella possibilità che ognuno ha di scrivere la propria storia, presente e futura, e di rileggere il proprio passato nel modo più utile per crescere.

Vuoi iniziare un percorso con me?

Compila il modulo qui sotto e ti rispondo presto per fissare il primo appuntamento