alimentarsi con piacere

Dimagrire, mettersi a dieta, perdere peso sono un chiodo fisso per moltissime persone, un obiettivo che sembra non realizzarsi mai.

Si pensa che il peso, la forma del corpo, sia ciò che limita la propria vita. 

Per questo per stare meglio periodicamente si inizia una nuova dieta: eliminare questo, togliere quello, fare sacrifici di continuo. I pasti diventano una vera tortura, tutte quelle regole, i cibi da escludere e il desiderio di mangiare sempre lì al proprio fianco.

Ce la fai per un po’, ma poi perdi la motivazione e credi sia tutta colpa tua e di quella dannata forza di volontà che ti manca, te l’hanno detto tutti.

Quando smetti la dieta, non c’è più nessuna regola che tenga, finalmente ti godi il cibo, ma in agguato sono pronti il senso di colpa, la tristezza, la delusione.

Per questo ti senti incastrata in un circolo vizioso: se non perdi peso non sei felice, per cui ci provi, ma se fallisci tutte le tue speranze finiscono nel cestino e allora tanto vale mangiare. 

È un meccanismo doloroso che sta influenzando il modo in cui vivi i pasti, le cene fuori, le serate con gli amici, la relazione con compagni di vita e i familiari. 

E più di ogni altra cosa sta influenzando la relazione con te stessa, con il tuo corpo:

non ti guardi facilmente allo specchio e quando lo fai non ami l’immagine che trovi riflessa

pensi costantemente al cibo, è quasi un’ossessione, e questo ti porta via tempo ed energie preziose

non ti fidi del tuo corpo e dei segnali che ti manda

– hai smesso di ascoltare il tuo senso di fame e di sazietà e ha iniziato una battaglia con i tuoi bisogni 

se mangi ciò che ti piace ti senti in colpa e la tua lista di “alimenti no” è sempre più lunga

– usi il cibo per gestire quello che provi e cerchi rimedi alla fame nervosa 

In sottofondo c’è la convinzione che se solo riuscissi a farcela, a perdere peso, tutto cambierebbe e molte cose della tua vita andrebbero finalmente a posto.

Se ti sei ritrovata in quello che ho scritto sai anche che questa situazione non va e che per stare bene qualcosa deve cambiare.

Posso confermarti che sì, qualcosa deve cambiare. E nonostante la nostra società e la cultura in cui siamo immersi ci abbia insegnato ad accettare il circolo vizioso delle diete, a fare del dimagrimento uno scopo di vita e a considerare un pessimo rapporto col cibo come qualcosa di normale, un cambiamento è possibile!

Come ti aiuto: alimentarsi con piacere

 

Alimentarsi con piacere è un percorso psicologico che ti aiuta a compiere i passi necessari per uscire dal meccanismo delle diete e recuperare rispetto per il tuo corpo e serenità nei confronti del cibo.

Se da anni combatti contro l’insoddisfazione corporea questo, oltre ad aver scombussolato le tue abitudini alimentari, potrebbe aver influenzato la capacità di vivere con soddisfazione molti ambiti della tua vita.

Quello che possiamo fare insieme, con un percorso psicologico, è sviluppare un modo alternativo di vedere te stessa che metta in luce i tuoi punti di forza e ti permetta di conoscere o riconoscere il tuo valore. 

Inoltre lavoriamo sulle tue abitudini alimentari per sviluppare modalità di rapportarti al cibo flessibili, centrate sull’ascolto dei segnali di fame e di sazietà e sul piacere di mangiare.

Per riuscirci ripercorriamo i motivi che ti hanno portata e ti portano a desiderare di dimagrire per comprendere quali bisogni vogliono essere ascoltati; 

esploriamo i significati che il cibo ha per te; 

alleniamo la comprensione delle emozioni e sviluppiamo diverse modalità per accoglierle, così che il cibo rimanga una delle strategie possibili e non l’unica.

Riflettendo su come ti vedi e come vivi la tua immagine corporea, possiamo migliorare la soddisfazione per la tua forma fisica e il rapporto con il tuo corpo, indipendentemente dal tuo peso. 

In poche parole rimettiamo al centro della tua vita esperienze, obiettivi e desideri, togliendo al peso il ruolo limitante che ha avuto finora.

Questo percorso fa per te se:

  • Vuoi trovare il tuo stile alimentare ed un rapporto equilibrato con il cibo
  • Desideri riscoprire il piacere di mangiare, senza sensi di colpa, senza paura e senza pensare alle calorie
  • Vuoi sintonizzarti sui tuoi bisogni e su come si manifestano, rispondendo ai segnali che ti mandano la fame e la sazietà
  • Desideri imparare a trattarti con gentilezza e comprensione 
  • Cerchi un percorso che ti permetta di realizzare quei sogni che hai chiuso nel cassetto per paura di non avere il corpo adatto

Ciao!

Sono Alessia, mi occupo di alimentazione dal punto di vista psicologico.

Aiuto le donne deluse da troppe diete che non hanno funzionato, stanche di oscillare tra mangiare troppo e troppo poco e di non piacersi quando si guardano allo specchio, ad accettarsi così come sono e a ritrovare il piacere di mangiare senza l’ansia della bilancia o delle calorie.

Mi impegno a sfatare le false credenze della cultura della dieta e a promuovere il rispetto per il corpo in tutte le sue dimensioni e forme.

Perché possiamo stare bene senza ingabbiarci in una vita di diete continue e possiamo guardarci allo specchio libere dall’ossessione del peso.

Perché essere magri non sempre equivale ad essere in salute.

Approcci anti-dieta

Il mio lavoro in ambito psico-alimentare fa riferimento ad una cornice teorico-pratica innovativa e ancora poco conosciuta in Italia: gli approcci anti-dieta (anti-diet/no-diet approaches). 

Si tratta di una modalità di pensiero e di lavoro contraria al dimagrimento come obiettivo e focalizzata sulla promozione della salute indipendentemente dal peso.

Durata, frequenza e costi del percorso

Alimentarsi con piacere è un percorso psicologico disponibile sia in studio che online, tramite Skype.

Non è possibile stabilirne a priori la durata, dipende dall’obiettivo e dalla velocità con cui ci muoviamo verso il suo raggiungimento. 

Posso dirti, però, che si tratta di percorsi tendenzialmente brevi, in cui periodicamente verifichiamo se stiamo ottenendo i risultati sperati nei tempi condivisi.

La frequenza degli incontri è flessibile. Generalmente propongo di iniziare con una seduta a settimana, riducendo le sedute verso la conclusione, ma è possibile concordare frequenze differenti in base alla necessità.

 

Il costo è di € 60 a seduta (sia in studio che via Skype) e ogni incontro dura 1 ora.

Dubbi

Sei interessata, ma hai ancora qualche dubbio?

Qui sotto trovi le risposte alle domande che ricevo più spesso, ma se non trovi ciò che stai cercando scrivimi così possiamo decidere se il percorso fa per te. 

È utile se voglio dimagrire?

Ni. 

È utile se vuoi che il dimagrimento non sia più al centro della tua vita e vuoi lasciar andare per sempre la lotta contro il peso.

Durante questo percorso insieme potrebbe capitare il che tuo peso vari (aumentando o diminuendo), ma non sarà un obiettivo su cui ci focalizziamo.

 Al contrario, lavoriamo per smettere di monitorare il peso e dargli valore.

È un percorso nutrizionale/dietistico?

No, non ti dico cosa mangiare e non prescrivo nessuna dieta, anzi collaboro solo con professionisti della nutrizione che hanno approcci non prescrittivi

Quello su cui lavoriamo insieme sono gli aspetti psicologici legati alla tua alimentazione e al rapporto con il tuo corpo.

Ti occupi di Disturbi del Comportamento Alimentare?

No. Sono formata sul comportamento alimentare, ma non mi occupo dei suoi disturbi. 

Se stai cercando un supporto per Anoressia, Bulimia, Disturbo da Alimentazione Incontrollata, non posso aiutarti, ma posso indicarti un/una collega o un centro a cui rivolgerti per ricevere aiuto.

Se durante i nostri primi incontri individuo i segnali di un disturbo posso accompagnarti nel riconoscerli e nel contattare un professionista che possa prendersi cura di te.

Perché rivolgermi allo psicologo? Non basta un nutrizionista/dietista?

Come avrai probabilmente sperimentato, dato che stai leggendo questa pagina del mio sito, mangiare non è una cosa semplice.

Il comportamento alimentare è molto complesso, ha un ruolo centrale nella nostra sopravvivenza ed è regolato da fattori biologici, ma anche da fattori psicologici e culturali come pensieri, emozioni, credenze e abitudini. 

Lo psicologo, come esperto del comportamento e del cambiamento, è una guida nell’individuare che cosa sta complicando la tua relazione con il cibo e nel costruire le soluzioni alternative che possono rendere l’alimentazione un piacere, invece che un problema. 

Collabori con nutrizionisti e dietisti?

Sì, ma solo con professionisti selezionati che usano approcci non prescrittivi e che ti aiutano a trovare un’alimentazione equilibrata.

È un percorso di motivazione alla dieta?

Assolutamente no, il mio approccio è anti-dieta. 

Ci focalizziamo sul tuo benessere indipendentemente dal peso e ci dedichiamo a sviluppare un rapporto equilibrato con il cibo che smantelli tutte le convinzioni comuni legate alle diete.

Che cosa sono gli approcci anti-dieta?

Gli approcci anti-dieta (anti-diet/non-diet approaches) sono un insieme di pratiche, supportate empiricamente, che promuovono il miglioramento della salute senza concentrarsi sulla perdita di peso come risultato.

Sostengono e incoraggiano la costruzione della fiducia delle persone nel proprio corpo affinché siano in grado di scegliere i cibi giusti e le giuste quantità per sé.

Ho dedicato una pagina al mio approccio in questo ambito e a tutti i principi che guidano il mio lavoro sul comportamento alimentare, trovi l’approfondimento qui.

Questo servizio è disponibile anche online?

Certo! Trovi tutte le informazioni sulla consulenza psicologica online qui.

 Ok voglio prendere appuntamento!

Scrivimi tramite il modulo qui sotto. Ti risponderò al più presto e sarò felice di aiutarti a ritrovare un buon rapporto con il tuo corpo e con il cibo.